Giochi, Covo (BG) batte il record delle distanze per le slot innalzandola a 700

Mercoledì, 04 Febbraio 2015 09:25

All’inizio erano 200, 250. Il dibattito politico e il clamore sui media probabilmente ha contribuito a portare il distanziometro a 300 prima e 500 poi. Ma adesso il record di distanza è stato battuto dal provvedimento adottato dal Consiglio comunale di Covo in provincia di Bergamo che ha imposto che l’apertura di sale bingo e scommesse dovrà rispettare almeno i 700 metri di distanza da luoghi considerati sensibili. Il divieto è molto dettagliato sia nella lista dei luoghi ritenuti sensibili (“luoghi di culto, cimiteri, scuole di qualsiasi ordine e grado, edifici e spazi pubblici - ad esempio parchi, piazze, ecc.- e insediamenti destinati all’educazione e allo svago di bambini e ragazzi) sia nell’associare l’attività di gioco (bingo e punti scommesse) agli esercizi di vendita di materiale erotico o pornografico (sex shop), ‘compro-oro’ che si legge “nelle altre zone del territorio comunale, fuori dal centro storico, possono insediarsi rispettando la distanza minima di 700 metri”. 

facebook googleplus linkedin rss twitter youtube
 

aams

© 2017 Novomatic Italia S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Numero R.E.A. RM - 1268859 | P.Iva 03677960407

INFORMATIVA: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti.

Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’installazione dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’installazione dei cookie clicca qui. Per saperne di piu'

Approvo