Novomatic Italia | Avviso Decreto Dignità
NOVOMATIC Italia ti informa che il presente sito web contiene informazioni relative al gioco pubblico legale italiano, regolato dallo Stato attraverso il Ministero delle Finanze e l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

La società, in ottemperanza al Decreto Dignità convertito in legge il 9 agosto 2018, comunica che i contenuti del portale sono stati adeguati ai dettami del divieto di pubblicità.

NOVOMATIC Italia ricorda inoltre che il gioco è vietato ai minori di anni 18 e può causare dipendenza patologica.
rifiuto
accetto
Hai rifiutato di accedere al sito www.novomatic.it pertanto non puoi visionarne i contenuti.

Puoi tornare indietro e cliccare su Accetta. In caso contrario, non è possibile cominciare la navigazione sul portale.

Grazie.
indietro

Giochi, Consiglio Stato rinvia a Corte Giustizia Ue bando 2.000 scommesse

Venerdì, 21 Novembre 2014 16:52

“In presenza di un decreto penale di condanna non opposto, relativo a un reato riconducibile ad attività di gioco non lecito, seppure l’Amministrazione avesse inviato una nuova comunicazione, dando atto della sussistenza di una diversa causa ostativa all’iscrizione dell’elenco, comunque la ricorrente non avrebbe potuto rappresentare circostanze idonee ad impedire l’adozione del provvedimento impugnato". E’ la seconda sezione del Tar del Lazio a precisare quindi che il provvedimento con cui i Monopoli dispongono la cancellazione di un operatore dal registro Ries è legittimo anche nei casi di assenza di specifiche contestazioni. Il Consiglio di Stato, sempre questa mattina ha mandato in decisione due richieste di sospensiva su ricorsi per l'apertura di sale giochi nei comuni di Sestri Levante e di Desio per la distanza dai luoghi sensibili.

Sulla questione adesso interverrà il Consiglio di Stato, le ordinanze sono attese nelle prossime 24/48 ore. Sempre in Consiglio di Stato interpellato in sede “giurisdizionale” ha chiesto alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea di pronunciarsi in via pregiudiziale sulla questione di interpretazione del diritto dell’Unione europea specificata in motivazione", ovvero sulla durata temporale delle 2.000 concessioni per le scommesse messe a gara con il cosiddetto bando Monti. La decisione è arrivata con l’ordinanza cautelare dai giudici della Quarta Sezione del Consiglio di Stato sul ricorso presentato dalla società maltese "Sogno di Tolosa Ltd".

facebook linkedin youtube
 

aams

© 2018 Novomatic Italia S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Numero R.E.A. RM - 1268859 | P.Iva 03677960407

INFORMATIVA: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti.

Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’installazione dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’installazione dei cookie clicca qui. Per saperne di piu'

Approvo