Giochi, Abruzzo: M5S propone una nuova legge sul Gap a modifica della legislazione del novembre 2013

Lunedì, 23 Marzo 2015 13:58

L’Abruzzo potrebbe essere la prima Regione a rimettere mani alla legge regionale sul gioco (in vigore dalla fine del 2013) anche prima dell’atteso decreto attuativo della Delega fiscale che prevede il riordino legislativo della materia. Lo chiede il gruppo abruzzese dei 5 Stelle, primo firmatario Laendro Bracco, con la proposta di legge di “Prevenzione e contrasto alla ludopatia”. Il testo inizierà il suo iter in parallelo sia in commissione Bilancio che in commissione Sanità in Regione. Il provvedimento si focalizza sulla necessitò di implementare le attività informative sul Gap, soprattutto tra le fasce deboli della popolazione, visto che esiste già un distanziometro di 300 metri dai luoghi sensibili; chiede di introdurre la formazione di personale specializzato per intervenire sul territorio con servizi dedicati all’assistenza (telefonica e non solo), che deve essere meglio monitorato di un organo preposto all’interno della stesa Giunta regionale con gli assessore alla Sanità, Istruzione e Bilancio, tre membri delle minoranze, un delegato Anci per la regione Abruzzo e un rappresentante per ogni provincia per ciascuna delle Asl. I grillini chiedono poi l’istituzione di un albo degli operatori e il varo di un marchio regionale “No slot Regione Abruzzo”.

facebook googleplus linkedin rss twitter youtube
 

aams

© 2017 Novomatic Italia S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Numero R.E.A. RM - 1268859 | P.Iva 03677960407

INFORMATIVA: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti.

Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’installazione dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’installazione dei cookie clicca qui. Per saperne di piu'

Approvo