Emilia Romagna: Sassuolo e Reggio disciplinano l'offerta di gioco

Giovedì, 12 Marzo 2015 08:29

La legge regionale emiliana continua ad ispirare i provvedimenti dei comuni del territorio per affrontare le emergenze legate al gioco. A Sassuolo è stato discusso  il “Regolamento e contrasto all’abuso compulsivo della slot-machine” presentato dal Movimento 5 Stelle che richiede l’applicazione del distanziometro, di orari precisi e ridotti per l’accensione degli apparecchi da gioco e di agevolazioni fiscali per gli esercenti no slot, che otterranno il marchio dedicato. Secondo i pentastellati è necessario un percorso informativo preventivo e rivolto a tutti i concittadini. E’ scontro invece a Reggio Emilia e finirà davanti alla procura della Repubblica l’opposizione del Comune all'apertura di una sala scommesse al di fuori della zona industriale. Secondo l’Amministrazione, che invoca una regolamentazione univoca a livello nazionale, l’apertura di nuove sale, dal momento che impone la valutazione del traffico e dei parcheggi, rende necessario il passaggio in Consiglio Comunale, che ha deliberato il Regolamento urbanistico edilizio e il Piano strutturale comunale per cui è impossibile aprire nuovi punti al di fuori della zona industriale. 

facebook googleplus linkedin rss twitter youtube
 

aams

© 2017 Novomatic Italia S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Numero R.E.A. RM - 1268859 | P.Iva 03677960407

INFORMATIVA: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti.

Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’installazione dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’installazione dei cookie clicca qui. Per saperne di piu'

Approvo