Cnr Pisa: in Italia diminuisce numero giocatori (-4 mln da 2011)

Martedì, 27 Gennaio 2015 15:34

In Italia si gioca di meno, per colpa della crisi, ma anche per le campagne di sensibilizzazione. Ma il fenomeno non si riverbera sulla platea dei giocatori problematici. Il giocatore tipo si conferma uomo, lavoratore dipendente, con età media sui 40 anni, diplomato. Questi i dati più importanti emersi della ricerca Ipsad – Italian Population Survey on Alcohol and Other Drugs – condotto dalla sezione di Epidemiologia e ricerca sui servizi sociali dell’Ifc- Cnr di Pisa, divulgato dalla rivista specializzata Totoguida Scommesse. Lo scenario sondato rivela che gli italiani tra i 15 e i 65 anni, che tentano la fortuna almeno una volta l’anno sono scesi dal 47% del 2011 al 41%: 4 milioni di giocatori in meno in valore assoluto. Il calo maggiore lo si registra tra le donne tra 35 e 54 anni, ben 12 punti percentuali (dal 42% al 30%). Il trend tra gli uomini è invece più stabile, si notano solo leggere variazioni nelle fasce di età 25-34 anni e 55-64 anni. Le persone maggiormente propense al gioco sono quelle nella fascia 25-34 anni: hanno questa abitudine il 62% degli uomini e il 32% delle donne. Gioca di meno, invece, chi ha un’età compresa tra i 15 e i 24 anni.

Guardando ai giochi più popolari: salgono i Gratta e Vinci che piacciono al 58% dei giocatori prendendo il posto di Lotto e Superenalotto (dal 67% al 43%). Terzo posto del podio per le scommesse sportive al 22%, in forte crescita. Stabili gli altri giochi, le carte (burraco, poker, bridge) sono al 13%; il Texas Hold’em è al 9%, le slot e gli altri apparecchi chiudono al 6%. La spesa media dei giocatori si attesta intorno a 10 euro nel 60% dei casi, tra gli 11 e i 50 euro nel 30% dei casi e più di 50 euro nel 10% dei casi. Sulla frequenza si vede come il 63% degli italiani giochi almeno una volta al mese, il 21% almeno una volta la settimana, l’11% 2-3 volte la settimana e il 5% 4 o più volte la settimana. La stima dei giocatori compulsivi, rispetto al campione censito, è cresciuta dallo 0,3% del 2008 all’1,3% del 2011, per arrivare all’attuale 1,6% del 2014. Circa 250.000 persone in valore assoluto, stabile rispetto all’ultima rivelazione del 2011. Anche in questo caso le slot e gli apparecchi da intrattenimento non sono tra i giochi di maggior successo, piacciono a meno del 30% dei giocatori problematici, e sono quarti in classifica dopo Gratta e Vinci e Lotto Istantaneo, SuperEnalotto e Lotto, scommesse sportive, anche se in questi casi aumenta sostanzialmente la spesa del giocatore.

 
facebook googleplus linkedin rss twitter youtube
 

aams

© 2017 Novomatic Italia S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Numero R.E.A. RM - 1268859 | P.Iva 03677960407

INFORMATIVA: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti.

Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’installazione dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’installazione dei cookie clicca qui. Per saperne di piu'

Approvo