CDM: non impugnativa per la modifica alla legge della Regione Toscana sulla ludopatia con il distanziometro di 500 metri

Venerdì, 03 Aprile 2015 08:52

Le nuove disposizioni della Regione Toscana in materia di gaming sono legge a tutti gli effetti. L’ultimo Consiglio dei Ministri infatti ha deliberato, come accaduto per tutte le leggi regionali sulla materia, in attesa dell’armonizzazione della Delega Fiscale, la non impugnativa per il provvedimento n. 85 del 23/12/2014 che recava “Modifiche alla legge regionale 18 ottobre 2013, n. 57 (Disposizioni per il gioco consapevole e per la prevenzione della ludopatia). Nuove disposizioni per il contrasto della ludopatia”. La modifica riguarda l’art. 4 e la previsione della distanza minima di 500 metri “misurata in base al percorso pedonale più breve, da istituti scolastici di qualsiasi grado, luoghi di culto, centri socio-ricreativi e sportivi o strutture residenziali o semiresidenziali operanti in ambito sanitario o socio-assistenziale", per cui si specifica la locuzione "centri di scommesse e spazi per il gioco con vincita in denaro" e non più aree generiche di gioco come nella legge del 2013.

facebook googleplus linkedin rss twitter youtube
 

aams

© 2017 Novomatic Italia S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Numero R.E.A. RM - 1268859 | P.Iva 03677960407

INFORMATIVA: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti.

Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’installazione dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso all’installazione dei cookie clicca qui. Per saperne di piu'

Approvo